Passa ai contenuti principali

Wired Next Fest: La conferenza




Anno dopo anno, continua a rivelarsi un successone, quindi quale scelta migliore se non continuare con questo bel Festival?
Stiamo parlando del Wired Next Fest, un festival all’insegna della cultura, dell’innovazione e anche di tanta musica.

Quest’anno si svolgerà a Milano dal 25 al 27 Maggio presso i Giardini Indro Montanelli, in Corso Venezia 55 e raddoppierà a Firenze i prossimi 29 e 30 Settembre.
Giunto alla sua sesta edizione, il WNF sarà incentrato sulla contaminazione; viviamo in un un’epoca in cui assistiamo ad una continua e costante ibridazione tra digitale e analogico, tra macchine ed essere umani, tra contenuti e nuove piattaforme media: uno scambio tra mondi che non ha un flusso unidirezionale, ma che è a doppio senso.

Il WIRED NEXT FEST avrà molti ospiti dal mondo musicale e non, che si “limiteranno” a fare gli Speaker; spiccano grandi nomi come i Negramaro (che specifichiamo: NON CANTERANNO), i Måneskin, Paola Cortellesi, l’attivista politica Chelsea Manning per laprima volta in Italia, Paolo Nespoli, grande amico del WNF, Riccardo Chailly, Direttore musicale del teatro della Scala e Direttore principale della Fisarmonica della Scala, Stoya, Guè Pequeno e molti altri.

Avrà ovviamente spazio anche la musica con una line-up alquanto allettante: il 25 si esibiranno i Calibro 35, un gruppo crime funk e la band inglese dei Jungle, appena usciti con i singoli “Happy man” e “House in LA”, che anticipano il nuovo album mentre sabato 26 sarà la volta di Gemitaiz, in vetta alle classifiche con Davide e Robin Schulz, che è di recente uscito con “Uncovered”.

Oltre ai concerti in programma il 25 e il 26, il pubblico potrà assistere ad altri eventi esclusivi presso il Planetario di Giardini Indro Montanelli: si chiamano “Musica e Parole” sotto le stelle; sono incontri speciali in cui gli artisti si racconteranno attraverso la loro voce ed il loro repertorio musicale. Il 25 Maggio si comincia con Daniel Blumberg, sabato 26 si continua con Raphael Gualazzi e domenica si conclude con John De Leo, Danilo Rea & Alex Braga con la performance “Cracking Danilo Rea”, nella quale suoneranno insieme all’intelligenza artificiale AMI (Artificial Music Intelligence), realizzata dall’Università Roma Tre.

Infine, undici anni dopo , gli autori e il cast di Boris faranno il loro ritorno al WNF, per raccontare la serie cult di cui tutti i fan attendono da tempo la prossima stagione.
MA NON È TUTTO!

Oltre ad ascoltare i relatori e partecipare ai concerti GRATIS, ci saranno molte attività nel parco, alcune libere, altre a numero chiuso (ma sempre gratuite), per cui sarà necessario registrarsi per tempo.


Si spazia dall’Escape Room, Hebocon, lotta tra robot, Game Coaching, Assessment Experience, NAO: Robot umanoide tra noi, Tre Workshop con scuola Holden per cui è prevista la registrazione obbligatoria, al Silent Disco con Audi Q2, la realtà virtuale: il viaggio dell’acqua, Selfie Ambientati che invece non necessitano di una registrazione.

Ci sarà spazio anche per “Il digitale contamina Leonardo”, dove grazie a sensori, motori, led e semplici piattaforme elettroniche messe a disposizione, durante il workshop sarà possibile dare “vita” ad alcune delle più belle macchine di Leonardo Da Vinci,programmandone il funzionamento, attraverso lo smartphone Huawei P20 a seconda di dati ambientali quali luce, temperatura, rumore.
Tutto questo è possibile, grazie ai numerosi sponsor ufficiali del Wired Next Festival che sono: Audi Italia, Huawei, BNL Gruppo BNP Paribas, IBM, Nastro Azzurro, Società Reale Mutua di Assicurazioni, Sky, Vodafone, Rai Radio 2 #WEAREFAMILY.

Ultima news, ma non meno importante è l’apertura del nuovo sito web (next.wired.it): un sito di Wired, per l’appunto, totalmente video e in diretta dal futuro. 
Si chiama Wired Next e si potrà trovare quei visionari, quellementi e quelle idee che raccontano ciò che ci aspetta.
Ci saranno anche interviste e talk realizzati attorno ad una semplice domanda: 
 “Quali sono le parole del futuro?”.

Sono già numerosi i personaggi italiani ed internazionali che hanno parlato di fronte alla telecamera di Wired per raccontare come si costruisce un futuro migliore.

NOTE: Vi ricordiamo inoltre che il 25 Aprile uscirà anche il nuovo numero di Wired, che sarà appunto incentrato sul tema della contaminazione.

Articolo di Sharon Cooper

Post popolari in questo blog

Shade e il suo "TRUMAN" show. #pressconference

Eccoci qui a rendervi partecipi dell'uscita di uno degli album tanto attesi, di uno degli artisti che più stimiamo e a cui siamo più affezionate.
Stiamo parlando di Vito, in arte Shade, che uscirà il 16 novembre con il suo nuovo lavoro discografico, TRUMAN.

Disco contenente tredici tracce, tra cui molti featuring nati in modo molto spontaneo e naturale, ma pensando anche ad arrivare alla scena internazionale, racconta il nostro Shade, alla presentazione di cui abbiamo avuto l'onore di partecipare.
Nomi della scena italiana e non, come J-Ax, Grido, Federica Carta, Nitro, Bouchra, ed Emma Muscat con cui in contemporanea al disco uscirà il singolo realizzato insieme, "Figurati noi" di cui nè conseguerà il videoclip.

Continuando sulla linea dei featuring, Shade spiega di aver scelto gli artisti a seconda di come aveva in mente il brano, a partire dalla collaborazione con Nitro, all'apparenza "rivale" dalla battle di MTV, ma che in realtà racchiude una for…

Shade & Federica Carta e il loro viaggio verso Sanremo! #Musicinterview

Quest'oggi con noi ci saranno due artisti e due persone a cui teniamo molto, che abbiamo avuto il piacere d'incontrare per condividere tutte le loro emozioni e i loro progetti,  prima della  partecipazione al Festival di Sanremo.  Siamo fiere di loro e di poter mettere nero su bianco tutto il lavoro che stanno facendo, in questo periodo, insieme alla soddisfazione di essere nel cast di questa edizione sanremese. 
Ecco a voi,  Shade e Federica Carta che parteciperanno con il brano "Senza farlo apposta",
una storia dove i sentimenti la fanno da padrone e cosi anche i ricordi racchiusi in quelle note.

Ma chi meglio di loro per raccontarsi a cuore aperto?

Mettetevi comodi e iniziamo.


Iniziamo dalla vostra canzone sanremese, com'è il vostro brano? 
Diteci a cuore aperto come lo descrivereste.
E' una canzone d'amore, un'amore un po' struggente, non particolarmente felice o ricambiato, ma vissuto in modo positivo e non in negatività, con un sorriso quasi am…

ULTIMO: Si racconta e ci racconta #ColpaDelleFavole #Interview

In genere cerco di non avere riserve o cambiare giudizio su un artista, solo per alcuni avvenimenti che riguardano la persona, l'essere umano, che sfocia dall'artista in sè. L'artista va ascoltato e giudicato esclusivamente o comunque principalmente per la sua musica. Il resto, per quanto mi riguarda è rumore. Con questa premessa, quando ho ricevuto l'ascolto dell'album, il mio pensiero è stato “Cosa ci regalerà questa volta? Ci spiazzerà? Rimarrà nella sua comfort zone? Chissà”.
Risposta, che concluso l'ascolto non si è fatta attendere: Penso che Niccolò, si sia divertito a spaziare tra i generi, sorprendere chi magari si aspettava solo le canzoni alla Ultimo, per così dire, tirando fuori anche degli extrabeat inaspettati, ma piacevolmente soprendenti e deliziandoci a mio avviso, con delle perle, quali “La stazione dei ricordi” e “Piccola Stella” scritta a soli 14 anni. Ricordandovi che “Colpa Delle Favole” è ufficialmente fuori ovunque, vorrei lasciare la par…