Passa ai contenuti principali

“Nello Stesso Acido” di Fernando Alba è stato uno show tra teatro e canzone



E’ stata una serata all’insegna del Rock d’Autore quella del 5 Maggio all’Auditorium Parco della Musica. Fernando Alba ha presentato il suo nuovo album "Nello Stesso Acido" accompagnato da una band Rock composta da musicisti molto conosciuti nel circuito italiano: Matteo Di Francesco alla batteria, i chitarristi Simone Gianlorenzi e Fabio Garzia, il Violinista Fabrizio De Melis, il pianista Francesco Santalucia, Vincenzo Tacci alle percussioni, Domenico Azzolina al basso, Carla Corsi ai cori e Massimo Quattrini al sax. Non sono mancate le sorprese, ospiti della serata il Cantautore Mauro Di Maggio e in apertura il giovane Matteo Costanzo.



Il concerto è iniziato con una lettura "della formula del matrimonio", rivisitata nei versi e nella forma dallo stesso Fernando Alba, che celebrava un  "matrimonio” tra se stesso e il suo numeroso pubblico. Con grande entusiasmo ed ironia i suoi fan arrivati da diverse parti d’Italia, si sono lasciati coinvolgere ed hanno risposto con dei “Sì” alle domande che Fernando rivolgeva ad ognuno di loro.



Dopo è stato puro Rock Italiano, tante le influenze e le contaminazioni che sono venute fuori dalle belle canzoni che il cantautore ha messo in scaletta, alternando folk, pop, urban e indie. Le canzoni del nuovo album hanno fatto subito presa nel cuore dei suoi fedelissimi che in gran parte già le conosceva, perché sempre presente ai suoi concerti, cantandole con lui per buona parte dello spettacolo soprattutto quelle contenute del precedente album La Chitarra Nuova. Due ore piene di concerto, 20 brani in scaletta alternati a delle pause dove il Cantautore raccontava il suo percorso artistico senza mai perdere il focus sul suo pubblico che rispondeva con lunghi applausi ad ogni inizio e fine canzone.

C’è stato un momento di solo pianoforte affidato a Francesco Saltalucia che con un suo suggestivo pezzo tra la classica, il Folk Moderno, ha fatto in modo che il secondo tempo del concerto potesse tornare sui ritmi e sulle canzoni più morbide e riflessive di Fernando Alba.

Con questo concerto è venuto fuori l’artista completo che è Fernando Alba, che spesso si nasconde dietro ad altre attività legate alla musica.

In questo appuntamento ha mostrato tanta maturità e competenza, capacità d’intrattenendo con dei siparietti che ricordavano la formula “teatro canzone”, ma con uno stile molto personale e moderno, che talvolta è da supporto gradevole alla stanchezza vocale che chiede il conto verso fine concerto.

Un fine concerto che è un inno alla gioia, sceglie Sei Felice come brano per salutare il suo pubblico e presentare la band. Un brano che anche in questa occasione ha regalato una forte emozione a tutto il pubblico che si è riversato subito sotto palco regalargli un abbraccio.



Si ringrazia Samantha Suriani per l'articolo. 
 Foto Alessandro Live Auditorium
da Maqueta Records (Maqueta)

Post popolari in questo blog

Shade e il suo "TRUMAN" show. #pressconference

Eccoci qui a rendervi partecipi dell'uscita di uno degli album tanto attesi, di uno degli artisti che più stimiamo e a cui siamo più affezionate.
Stiamo parlando di Vito, in arte Shade, che uscirà il 16 novembre con il suo nuovo lavoro discografico, TRUMAN.

Disco contenente tredici tracce, tra cui molti featuring nati in modo molto spontaneo e naturale, ma pensando anche ad arrivare alla scena internazionale, racconta il nostro Shade, alla presentazione di cui abbiamo avuto l'onore di partecipare.
Nomi della scena italiana e non, come J-Ax, Grido, Federica Carta, Nitro, Bouchra, ed Emma Muscat con cui in contemporanea al disco uscirà il singolo realizzato insieme, "Figurati noi" di cui nè conseguerà il videoclip.

Continuando sulla linea dei featuring, Shade spiega di aver scelto gli artisti a seconda di come aveva in mente il brano, a partire dalla collaborazione con Nitro, all'apparenza "rivale" dalla battle di MTV, ma che in realtà racchiude una for…

Shade & Federica Carta e il loro viaggio verso Sanremo! #Musicinterview

Quest'oggi con noi ci saranno due artisti e due persone a cui teniamo molto, che abbiamo avuto il piacere d'incontrare per condividere tutte le loro emozioni e i loro progetti,  prima della  partecipazione al Festival di Sanremo.  Siamo fiere di loro e di poter mettere nero su bianco tutto il lavoro che stanno facendo, in questo periodo, insieme alla soddisfazione di essere nel cast di questa edizione sanremese. 
Ecco a voi,  Shade e Federica Carta che parteciperanno con il brano "Senza farlo apposta",
una storia dove i sentimenti la fanno da padrone e cosi anche i ricordi racchiusi in quelle note.

Ma chi meglio di loro per raccontarsi a cuore aperto?

Mettetevi comodi e iniziamo.


Iniziamo dalla vostra canzone sanremese, com'è il vostro brano? 
Diteci a cuore aperto come lo descrivereste.
E' una canzone d'amore, un'amore un po' struggente, non particolarmente felice o ricambiato, ma vissuto in modo positivo e non in negatività, con un sorriso quasi am…

ULTIMO: Si racconta e ci racconta #ColpaDelleFavole #Interview

In genere cerco di non avere riserve o cambiare giudizio su un artista, solo per alcuni avvenimenti che riguardano la persona, l'essere umano, che sfocia dall'artista in sè. L'artista va ascoltato e giudicato esclusivamente o comunque principalmente per la sua musica. Il resto, per quanto mi riguarda è rumore. Con questa premessa, quando ho ricevuto l'ascolto dell'album, il mio pensiero è stato “Cosa ci regalerà questa volta? Ci spiazzerà? Rimarrà nella sua comfort zone? Chissà”.
Risposta, che concluso l'ascolto non si è fatta attendere: Penso che Niccolò, si sia divertito a spaziare tra i generi, sorprendere chi magari si aspettava solo le canzoni alla Ultimo, per così dire, tirando fuori anche degli extrabeat inaspettati, ma piacevolmente soprendenti e deliziandoci a mio avviso, con delle perle, quali “La stazione dei ricordi” e “Piccola Stella” scritta a soli 14 anni. Ricordandovi che “Colpa Delle Favole” è ufficialmente fuori ovunque, vorrei lasciare la par…