Passa ai contenuti principali

Andrea Amati e il suo "Bagaglio a Mano" #musicinterview




Lo scorso 2 Marzo è uscito il suo progetto musicale “Bagaglio a mano”, che contiene ben 9 tracce inedite scritte ed arrangiate lui stesso e una cover (La ballata della moda di Luigi Tenco).
Attualmente è in tour dove si divide tra le date live dei Nomadi, in cui è opening act e tra le date del suo “Bagaglio a mano tour”.
Lui, è Andrea Amati, un giovane cantautore romagnolo che ha tante belle idee per la testa, quindi diamogli il benvenuto!


Ciao Andrea! Andiamo dritti al sodo. A marzo è uscito “Bagaglio a mano”, il tuo progetto musicale. Com'è nato? E soprattutto è nato per qualche esigenza particolare?

A: La necessità particolare penso ci fosse. Al di là del fatto, che facendo musica è normale fare dischi, la necessità era quella di trovare un “ponte” tra quella che è la musica d'autore classica italiana, diciamo, che fa parte indubbiamente delle mie radici, e quella che fosse un po' più al passo con i tempi, anche magari più orecchiabile, più pop, giusto per usare una parola molto usata. Quindi, il senso, perlomeno musicale del disco è questo tipo ricerca, quella di creare una sorta di terza via tra la musica d'autore un po' più accessibile, più orecchiabile che sente di uscire dalla sua nicchia.
Dal punto di vista delle tematiche, sicuramente, il bagaglio a mano rappresenta una sorta di alleggerimento del peso che devo trasportare, ma oltre a questo, volente o nolente, siamo sempre incasellati, nella vita come nella musica, di fare un certo tipo di cose, creando un'aspettativa per quel tipo di cose, quindi il concetto di “Bagaglio a Mano” è anche un concetto con cui ho cercato di alleggerirmi da questo, di andare più libero e di staccarmi dalla concezione che si può avere della musica d'autore, che è sicuramente giusta e ha fatto la storia ma magari nel 2018 può avere anche altre vie stilistiche.

La terza traccia “Altrove” è un invito a partire e a scoprire chi siamo e di cosa abbiamo bisogno.
Quindi ti giro il quesito...al momento, hai qualche domanda a cui dare una risposta? Di cosa hai bisogno?

A: Eh, purtroppo le domande sono sempre di più delle risposte! “Altrove”, credo che sostanzialmente sia, o almeno è come la interpreto io, una canzone d'amore ed un invito ad essere migliori. Certo, ho molte domande e ho ben poche risposte ed è probabilmente anche il motivo per cui scrivo canzoni. Sicuramente non mi dispiacerebbe continuare a scrivere, adesso mi sto attrezzando per continuare, per far sentire le mie canzoni a più persone possibili. E' un ottimo modo per tenere a bada le mie domande.

Il 23 Giugno si sono festeggiati i 55 anni dei Nomadi, dove hai fatto da opening-act...

A: Sì, ho avuto questa bellissima opportunità di fare l'opening dei 55 anni dei Nomadi. Faremo diverse date, alcune le abbiamo fatte, altre le faremo in Agosto come in Settembre.
E' stata un'esperienza meravigliosa, quella di suonare in giro per l'Italia, con tanta gente presente, con questa sensazione che hanno in pochi in Italia. Quel senso di “famiglia” che pervade, quando si arriva, di un tutt'uno tra l'artista e il proprio pubblico. E' una sensazione sicuramente invidiabile e mi sento assolutamente privilegiato a poterne in qualche modo farne parte.

Oltre a questo bellissimo impegno che ti vede nel ruolo di opening-act girerai l'Italia anche con il tuo “Bagaglio a Mano tour” dove presenterai i brani del nuovo disco e proporrai magari...Che riscontro ti aspetti dal pubblico? Da chi ti verrà ad ascoltare?

A: Sì, continuo a girare, a fare “allenamento” con dei concerti tutti miei. Il riscontro è positivo, quindi non mi resta che sperare, ci siano sempre più persone ad ascoltarmi, in modo che il riscontro positivo aumenti. Sono molto contento di come le mie canzoni arrivino a chi le sente e non posso, appunto, che esserne soddisfatto.

Infine, conclusi i live che hai in agenda, cos'hai in programma, magari per i prossimi mesi?

A: Per i prossimi mesi, ho in programma innanzitutto di non concludere i live (ride), ma di continuare a farne perchè sono sicuramente il veicolo più importante per una situazione come la mia, per farsi conoscere. Di scrivere cerco di non smettere mai, quindi tuttora sto scrivendo degli appunti, delle nuove idee, sto sperimentando, quindi vediamo se e quando diventeranno vere e proprie canzoni e di conseguenza andremo a registrarle. Non ti posso dire quando, perchè in realtà non lo so nemmeno io.

Fai un saluto ai lettori di Outsider.

A: Faccio un grande saluto, con un grande abbraccio a tutti i lettori e le lettrici di Outsider.
Io sono Andrea Amati e vi mando appunto, baci ed abbracci, qui da Milano.




Ringraziando Andrea per la chiacchierata, vi invitiamo a seguirlo in tour!

Di seguito vi riportiamo le date del “Bagaglio a Mano tour”:

21 Luglio @ Rimini (Rimini canta Rimini – Corte degli Agostiniani)
26 Luglio @ Riccione – RN (Palazzo del Turismo)
28 Luglio @ Savignano sul Rubicone – FC (Piazza del Torricino)
05 Agosto @ Rimini (Cet Amour – concerto all'alba – Terrazza del Nettuno)
11 Agosto @ Santarcangelo di Romagna – RN (Calici di Stelle)
29 Agosto @ Ragone di Ravenna – RA (Piazza)

Qui invece le date dove Andrea farà da opening act:

08 Agosto @ Castel D'Aiano (BO)
09 Agosto @ Tribano (PD)
16 Agosto @ Sirolo (AN)
25 Agosto @ Castagnole Lanze (AT)
08 Settembre @ Mira (VE)
28 Settembre @ Bressanvido (VI)

Post popolari in questo blog

Shade e il suo "TRUMAN" show. #pressconference

Eccoci qui a rendervi partecipi dell'uscita di uno degli album tanto attesi, di uno degli artisti che più stimiamo e a cui siamo più affezionate.
Stiamo parlando di Vito, in arte Shade, che uscirà il 16 novembre con il suo nuovo lavoro discografico, TRUMAN.

Disco contenente tredici tracce, tra cui molti featuring nati in modo molto spontaneo e naturale, ma pensando anche ad arrivare alla scena internazionale, racconta il nostro Shade, alla presentazione di cui abbiamo avuto l'onore di partecipare.
Nomi della scena italiana e non, come J-Ax, Grido, Federica Carta, Nitro, Bouchra, ed Emma Muscat con cui in contemporanea al disco uscirà il singolo realizzato insieme, "Figurati noi" di cui nè conseguerà il videoclip.

Continuando sulla linea dei featuring, Shade spiega di aver scelto gli artisti a seconda di come aveva in mente il brano, a partire dalla collaborazione con Nitro, all'apparenza "rivale" dalla battle di MTV, ma che in realtà racchiude una for…

Shade & Federica Carta e il loro viaggio verso Sanremo! #Musicinterview

Quest'oggi con noi ci saranno due artisti e due persone a cui teniamo molto, che abbiamo avuto il piacere d'incontrare per condividere tutte le loro emozioni e i loro progetti,  prima della  partecipazione al Festival di Sanremo.  Siamo fiere di loro e di poter mettere nero su bianco tutto il lavoro che stanno facendo, in questo periodo, insieme alla soddisfazione di essere nel cast di questa edizione sanremese. 
Ecco a voi,  Shade e Federica Carta che parteciperanno con il brano "Senza farlo apposta",
una storia dove i sentimenti la fanno da padrone e cosi anche i ricordi racchiusi in quelle note.

Ma chi meglio di loro per raccontarsi a cuore aperto?

Mettetevi comodi e iniziamo.


Iniziamo dalla vostra canzone sanremese, com'è il vostro brano? 
Diteci a cuore aperto come lo descrivereste.
E' una canzone d'amore, un'amore un po' struggente, non particolarmente felice o ricambiato, ma vissuto in modo positivo e non in negatività, con un sorriso quasi am…

ULTIMO: Si racconta e ci racconta #ColpaDelleFavole #Interview

In genere cerco di non avere riserve o cambiare giudizio su un artista, solo per alcuni avvenimenti che riguardano la persona, l'essere umano, che sfocia dall'artista in sè. L'artista va ascoltato e giudicato esclusivamente o comunque principalmente per la sua musica. Il resto, per quanto mi riguarda è rumore. Con questa premessa, quando ho ricevuto l'ascolto dell'album, il mio pensiero è stato “Cosa ci regalerà questa volta? Ci spiazzerà? Rimarrà nella sua comfort zone? Chissà”.
Risposta, che concluso l'ascolto non si è fatta attendere: Penso che Niccolò, si sia divertito a spaziare tra i generi, sorprendere chi magari si aspettava solo le canzoni alla Ultimo, per così dire, tirando fuori anche degli extrabeat inaspettati, ma piacevolmente soprendenti e deliziandoci a mio avviso, con delle perle, quali “La stazione dei ricordi” e “Piccola Stella” scritta a soli 14 anni. Ricordandovi che “Colpa Delle Favole” è ufficialmente fuori ovunque, vorrei lasciare la par…