"Something true", Roberta Finocchiaro si racconta... #interview



C'è chi ha volato oltre oceano, per l'amor della musica e ha avuto il coraggio di realizzare il suo sogno.
C'è chi, vuole raccontare le proprie emozioni, viaggiare e splendere con il proprio talento.
Ed è questo il caso di Roberta Finocchiaro, cantautrice siciliana che ha pubblicato il suo secondo album  registrato negli Stati Uniti “Something True”, per la Tillie Records, etichetta discografica di Simona Virlinzi, sorella del produttore discografico catanese Francesco Virlinzi.

Abbiamo l'onore quest'oggi di averla tra noi per condividere la sua esperienza e i suoi brani in questa piccola intervista. 
Siamo lieti di accoglierla, quindi mettetevi comodi, e diamole il nostro più caloroso benvenuto.
Iniziamo!


Parliamo della tua esperienza nel registrare il tuo nuovo album negli Stati Uniti.
Cosa hai provato? E che emozioni legheresti a quei momenti?

 È molto difficile da descrivere, quando si vivono esperienze così belle sei invaso da tante emozioni, in quel momento sembrava quasi come guardare un film al di fuori anche se ero davvero lì, ero la protagonista del film, è stato come vivere un sogno lucido.

Sogni, paura, e viaggi, tutto questo racchiuso in "Something true".
Il tuo piu' grande sogno?...
La paura che sei piu' fiera di aver superato? E il tuo viaggio piu' bello?

Il mio più grande sogno è sicuramente continuare a vivere sempre più di musica, viverla in modo intenso, affrontando esperienze nuove credo di aver acquistato un po’ più di sicurezza e di conseguenza riesco meglio a gestire l’ansia. Non riesco a scegliere un viaggio in particolare tutti i miei viaggi hanno lasciato qualcosa, penso che da ogni esperienza bisogna conservare la parte positiva, viaggiare apre la mente e tutti i viaggi sono dei ricordi speciali da conservare.

In quale traccia ti ritrovi di più e quale invece useresti per descrivere l'album?

 Anche qui non c’è una traccia in particolare, tutte raccontano una parte di me e penso anche che le esperienze e le sensazioni che viviamo nella vita altre persone le stanno vivendo adesso, quindi si raccontano di me ma raccontano anche tante altre persone, la musica ha questo potere, di unire la gente. Per descrivere l’album sicuramente Something True che da appunto il titolo all’album rappresenta bene tutto, in questo pezzo dico che le cose buone accadono lentamente e con tanta pazienza, rimanendo se stessi, e questo credo sia la chiave del disco.

Domanda di rito, cosa consiglieresti a chi vorrebbe intraprendere la strada della musica?
E un saluto a tutti i lettori di Outsider!

 Essere sinceri con se stessi è molto importante e mantenere questa sincerità anche nella propria musica.
Un saluto ai lettori di Outsider da Roberta Finocchiaro! 

Ringraziamo Roberta Finocchiaro e tutto il suo staff per la gentilezza e la disponibilità.
Vi invitiamo a seguirla sui suoi socials ufficiali e...
Buona musica a tutti!



Post più popolari