LAIOUNG: Una presa di consapevolezza con "Rinascimento" #Interview

It's time! Oggi, è ufficialmente disponibile su tutte le piattaforme digitali ed in digital download "Rinascimento", il nuovo album di Laioung su etichetta Polydor/Universal Music Italia. Prossimamente, ma la data non è ancora chiara, è attesa anche la copia fisica, che conterrà qualche traccia in più.



Il disco è stato anticipato dal singolo “Proteggimi”: un brano sincero ed intimo, un'incitazione all'amore e alla gratitudine che serve a salvarci dalla negatività, dal male sconosciuto. Un brano dettato dall'infanzia, parole dedicate alle persone che hanno vissuto la separazione dei genitori con difficoltà. La famiglia e gli affetti più profondi sono da proteggere e il vivere con consapevolezza aiuterebbe a disegnare un mondo migliore. (Laioung).

Qualche giorno fa, proprio per l'uscita del disco, abbiamo incontrato Giuseppe Bockarie Consoli, in arte Laioung.

Per la lunga giornata di press, non si è risparmiato nulla, tant'è che si è presentato all'incontro con la stampa, con un outfit non indifferente: una giacca abbagliante, oserei dire, quasi quanto il suo sorriso e la sua collana "Laioung 232", che non passa di certo inosservata.
Ci ha raccontato subito, che era appena tornato da San Paolo.
«Sono contento al 97% di essere tornato: in Brasile, ho lavorato con altri artisti ed ho potuto vedere che là non c'è razzismo, gli artisti si trovano in studio per amore della musica e non guardano alla visibilità o al numero di follower che hanno i colleghi. C'è una vera scena musicale, con la voglia di sperimentare influenze diverse»
Dopo averci raccontato della sua esperienza brasiliana, ci ha tenuto a fare anche una promessa...
"Vi garantisco che a partire da questo album, farò uscire un album all'anno!"

RINASCIMENTO: Subito, un po' per sciogliere il ghiaccio, si chiede il motivo del titolo del disco, quale "Rinascimento".
«Ho scelto il titolo "Rinascimento", perchè arriviamo da un periodo abbastanza medievale dove il rinascimento è lo spazio che viene dato all'arte e porta qualcosa di nuovo dove tutto il resto era uguale. Ho sempre voluto puntare ad un sound nuov, cercando di non ispirarmi a quello che c'è in Italia ma a suoni internazionali. Il 100% di quello che ascoltate è prodotto, arrangiato e mixato da me».

FEATURING: Non ci sono molti featuring o comunque featuring "studiati". Laioung, ha voluto far partecipare al suo progetto solo il giovane Diawel.
«Credo molto in lui. Ha scritto un bridge per "6 km per Marte", dove spiega un viaggio in cui sta arrivando su Marte ed una volta arrivato segue un pezzo che si chiama "Dentro un sogno", in cui il suo bridge è diventato un ritornello ed è nata la collaborazione perchè ci stavamo divertendo a fare buona musica. Tanti artisti scrivono un certo tipo di canzoni per entrare in un determinato target, invece io ogni volta che prendo una direzione, mi fido del mio istinto e faccio qualcosa di spontaneo».

PASSAGGIO DI ETICHETTA: E' da qualche tempo che Laioung ha cambiato etichetta discografica, passando da Sony Music Italy ad Universal. A tal proposito:
«Con il passaggio in Universal vogliamo spaccare, dare spazio all'arte. Noi possiamo essere quello che vogliamo essere ma dobbiamo sapere quello che vogliamo. La mia filosofia è mai mollare, so di poter cadere di nuovo, so chi sono, non ho dovuto creare un personaggio per arrivare a questo punto. So che sto facendo buona musica e voglio continuare su questa strada. Farò tanti concerti e presto annunceremo su Instagram tutte le date».



L'ORIGINALITà PRIMA DI TUTTO: «Oggi con internet tutti i paesi del mondo ci guardano e ci prendono in giro quando copiamo gli americani. Dovremmo essere consapevoli che possiamo essere originali e creativi, che possiamo modernizzare la nostra cultura senza copiare dagli altri. La musica per me ha tre elementi essenziali, la melodia che rappresenta l'emozione, la batteria che è il ritmo ed il basso che è la vibrazione. Prince, Michael Jackson, Caparezza, questi sono i miei riferimenti. Per essere creativi basta scoprire un po' di più sè stessi e sperimentare. Prendiamo come esempio Justin Bieber: all'inizio nessuno avrebbe scommesso nessuno su di lui, eppure lui non si è mai arreso, lavorando per sè e su di sè giorno per giorno, fino ad arrivare ciò che è ora».

5 EURO PER MORIRE: Il brano che chiude l'album, un brano che tratta temi delicati, storie reali, ma allo stesso drammatiche. «Ho capito che le gemme che avevo nel cuore potevano essere trasformate in gemme. E' una storia assurda che ho vissuto personalmente, che ho visto con i miei occhi. Sembra impossibile per la realtà milanese, ma che accade nei posti come la provincia pugliese, dove arrivano degli immigrati senza passaporto che vengono sfruttati, che non hanno voce in capitolo e dove la polizia non può intervenire. Uomini, che non sono riconosciuti dalla società, uomini che sono clandestini, vengono trattati male e muoiono senza che nessuno ne parli. E' qualcosa, che ho vissuto sulla mia pelle nel 2011, quando siamo andati in questi campi dove gli uomini raccoglievano pomodori, pagati neanche a 5 euro al giorno, costretti a lavorare sotto il sole a 40 gradi, in una terra calda come la Puglia, schiavi di un sistema da cui non potevano uscire. Mi è sembrato giusto inserire questa traccia, perchè è una presa di consapevolezza».


TRACKLIST DI "RINASCIMENTO":

1. Rinascimento
2. Territorio
3. 6 Km per Marte
4. Dentro un sogno ft. Diawel
5. Ma com'è
6. Proteggimi
7. Amigo Amigo
8. Papà
9. Terra
10. Carico Scarico
11. 5€ per morire

Post più popolari